Versace si spoglia del tricolore, passa a Michael Kors

(Teleborsa) – Versace diventa una società straniera. Il gruppo americano di abbigliamento Michael Kors ha raggiunto un’intesa con la società fondata da Gianni Versace per rilevarne il controllo, come anticipato già ieri (24 settembre 2018). Il valore dell’operazione si aggira sui 2 miliardi di dollari.

I termini dell’accordo non sono ancora stati resi noti ufficialmente, ma si ipotizza che la famiglia Versace, che detiene l’80% del capitale della società attraverso la holding Givi, manterrà un ruolo di minoranza mentre uscirà il fondo Blackstone, che ha il 20% del capitale.

La Gianni Versace S.p.A. è un’azienda italiana di moda e abbigliamento, con sede a Milano, fondata nel 1978 dallo stilista Gianni Versace, che lavorava fin da piccolo al fianco della madre nella sartoria di famiglia. Lasciata la città di Reggio Calabria, per trasferirsi a Milano, il giovane talentuoso costruisce velocemente la sua carriera. Già nel marzo del 1978 la prima collezione Versace sfila a la Permanente di Milano, riscuotendo grande apprezzamento. Nel 1988 entra nell’azienda la sorella minore di Gianni e Santo, Donatella, a cui viene affidata la direzione del marchio Versus, linea giovane Versace.
Il 15 luglio 1997, l’azienda ed il mondo intero viene sconvolto dalla notizia della morte di Gianni Versace, assassinato nella propria villa a Miami Beach, da Andrew Cunanan. Gianni lascia tutta la sua quota alla nipote Allegra. Dopo la morte dello stilista, che ha portato a un’inevitabile crisi economica del marchio, il posto di direttore creativo del brand è passato a Donatella Versace.

Versace si spoglia del tricolore, passa a Michael Kors