Versace decisa a quotarsi. Dove e quando non si sa ancora

Versace si conferma quanto mai decisa a quotarsi in Borsa.

L’Amministratore Delegato della maison, Giangiacomo Ferraris, ha dichiarato che la società si sta “preparando seriamente” all’IPO (Offerta Pubblica Iniziale) anche se al momento “non c’è ancora nessuna data”.

L’operazione, ha poi spiegato a margine di un evento organizzato dalla Fondazione Altagamma, dipende da diversi fattori quali, ad esempio, l’andamento dei mercati.

Anche la Borsa di destinazione non è stata decisa. “Ci sono varie opzioni. Le nostre quote di mercato sono ben distribuite anche in Asia. Il nostro socio Blackstone è americano, il marchio è basato in Italia e una sede di Blackstone è a Londra. C’è il massimo range di possibilità, sarà una decisione del momento” ha dichiarato Ferraris, aggiungendo che lo scopo della quotazione è “garantire longevità all’azienda indipendentemente dalla famiglia e ristrutturarsi in modo da essere competitivi”. 

Quanto ai recenti sviluppi economico-finanziari in Cina, il top manager ha detto: “la Cina ci spaventa come ha fatto la Russia, ma il gruppo ha sviluppato negli ultimi cinque anni una capacità di essere resiliente nei confronti del mercato”.

Versace decisa a quotarsi. Dove e quando non si sa ancora