Veneto Banca, il Cda rinuncia a un quarto di stipendio

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca ha assunto l’impegno di ridurre da subito il proprio attuale emolumento per un valore del 25%.

La scelta, su base esclusivamente volontaria, è stata presa nonostante la delibera di conferma da parte dell’Assemblea dei Soci dei precedenti criteri di remunerazione. Lo comunica una nota del gruppo bancario veneto.

Il Consiglio ha anche rinunciato ai gettoni di presenza al Consiglio di Amministrazione e al Comitato Esecutivo.

Deliberato, inoltre, di dare mandato alla struttura di studiare la costituzione di un Fondo di Solidarietà alle persone colpite dalla crisi di Veneto Banca a cui destinare i proventi di tale rinunce.

Ieri, Veneto Banca, ha incassato il via libera di Consob all’aumento di capitale che parte oggi, dopo il sì di Borsa Italiana alla quotazione. La ricapitalizzazione da 1 miliardi di euro, come noto, ha la finalità di risanare le stressate finanze della banca e portarla in Borsa. I grandi soci dell’Istituto veneto hanno già detto sì all’aumento di capitale, offrendo anche garanzie per la sottoscrizione dell’inoptato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Veneto Banca, il Cda rinuncia a un quarto di stipendio