Vendite diffuse sui listini europei

(Teleborsa) – Partenza negativa per le principali borse europee, che seguono la scia ribassista tracciata dai listini azionari statunitensi e asiatici. 

Lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,30%, in attesa in mattinata di alcuni importanti dati macroeconomici, come i prezzi alla produzione della zona Euro e il deflatore consumi in USA. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.354,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è in lieve recupero e mostra un rialzo frazionale dello 0,37% dopo il brusco calo registrato sui mercati asiatici. Attesi oggi i dati sulle scorte settimanali in USA.

Invariato lo spread, che si posiziona a 127 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,21%.

Tra gli indici di Eurolandia, discesa modesta per Francoforte, che cede un piccolo -0,34%. Pensosa Londra, con un calo frazionale dello 0,30%. Tentenna Parigi, con un modesto ribasso dello 0,44%. A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 16.459 punti, con uno scarto percentuale dello 0,58%. 

In questa giornata da dimenticare per Piazza Affari, nessuna Blue Chip mette a segno una performance positiva. Le più forti vendite si manifestano su Fiat Chrysler Automobiles, che prosegue le contrattazioni a -4,83%, il giorno la pubblicazione delle immatricolazioni auto, in Italia. Il dato ha mostrato un mercato in frenata con Fiat che perde giri, ma resta in pole. 

Il calo del petrolio, zavorra Tenaris, che registra un importante calo del 2,32%. 

Tra le banche, in apnea Banco Popolare, che arretra del 2,26%. Tonfo di Banca Popolare di Milano, che mostra una caduta del 2,01%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vendite diffuse sui listini europei