Vendite a piene mani su Splunk dopo dimissioni CEO

(Teleborsa) – Seduta drammatica per Splunk, che si posiziona a 136 con una discesa del 18,95%. Il titolo della società di software statunitense è crollato dopo l’annuncio che Graham Smith, presidente del consiglio di amministrazione, è stato nominato amministratore delegato ad interim, con effetto immediato. Smith succede a Doug Merritt, che si è dimesso dopo essere stato presidente e amministratore delegato negli ultimi sei anni. Merritt rimarrà con la società in un ruolo consultivo per garantire una transizione senza intoppi e mentre il consiglio inizia la ricerca del prossimo CEO di Splunk.

“Splunk è evoluta in modo significativo da quando sono entrato a far parte del team quasi otto anni fa, passando da 302 milioni di dollari di entrate nell’anno fiscale 2014 a quasi 3 miliardi di dollari in ARR (ricavi ricorrenti annuali, ndr) nel terzo trimestre dell’anno fiscale 2022″, ha affermato Merritt.

Atteso un ulteriore ripiego verso l’area di supporto vista a 130,3 e successiva a 124,5. Resistenza a 164,3.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vendite a piene mani su Splunk dopo dimissioni CEO