Veicoli industriali in crescita: corrono i mezzi “pesanti”

(Teleborsa) – Febbraio positivo per i veicoli industriali pesanti, con peso uguale o superiore alle 16 tonnellate, che registrano una forte crescita del 21,8%, a scapito dei mezzi leggeri (fino a 6 tonnellate) che riportano una contrazione delle immatricolazioni del 16,1%. Lo stima il Centro studi dell’UNRAE, associazione che rappresenta le case produttrici, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Complessivamente il mercato dei veicoli industriali riporta una crescita del 17,1%. Un dato “discordante rispetto all’andamento dell’economia reale”, sottolinea a Paolo Starace, Presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE, citando i più deboli dati della produzione e della fiducia delle imprese pubblicati dall’Istat.

Per spiegare questa dinamica, che prosegue da diverso tempo, l’UNAE ricorda che “studi recenti sulle caratteristiche dimensionali delle aziende di autotrasporto in Italia dimostrano che già da alcuni anni è in atto un incremento della percentuale delle imprese medio grandi rispetto a quelle piccole”.

Starace fornisce due chiavi di lettura: da un lato l’aumento delle flotte che continuano ad investire in veicoli pesanti e più green, dall’altra le piccole aziende che operano nel breve-medio raggio che sono frenate dal costo dei veicoli di nuova generazione. “L’UNRAE – afferma Starace – chiede al nuovo Governo di prevedere misure specifiche indirizzate ad un urgente, concreto e più accelerato rinnovo del parco circolante a sostegno dell’ambiente, della sicurezza e, non ultimo, dell’economia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Veicoli industriali in crescita: corrono i mezzi “pesanti”