Valeant Pharmaceuticals sprofonda: si teme un default

(Teleborsa) – Conti deludenti per la canadese Valeant Pharmaceuticals, quotata al NYSE. L’azienda farmaceutica, proprietaria tra gli altri del marchio Baush&Lomb, sembra essere a rischio default dopo aver presentato in ritardo i risultati del quarto trimestre del 2015, annunciando un taglio delle stime di crescita per il 2016, il secondo in meno di cinque mesi.

Negli ultimi tre mesi del 2015 la società ha riportato un utile per azione adjusted di 2,50 dollari, contro i 2,58 USD dello stesso periodo dello scorso anno, mentre i ricavi si sono attestati a 2,79 mld. Le attese del mercato erano per 2,61 dollari per azione e per 2,75 mld di dollari.
Valeant ha poi tagliato di circa il 12% le stime sui ricavi per il 2016.

Per evitare il default la società dovrà trovare un accordo con i creditori per prorogare la scadenza per la presentazione del rapporto annuale 2015.

“Le sfide degli ultimi mesi non sono ancora alle nostre spalle e il nostro obiettivo per il 2016 è bilanciare le nostre priorità per medici, pazienti, dipendenti, obbligazionisti e soci”, ha dichiarato in una nota l’amministratore delegato Michael Pearson.

Pessimo l’andamento delle azioni sulla borsa americana, con un tonfo del 44,48%.

Valeant Pharmaceuticals sprofonda: si teme un default