Vaccino Sanofi-Gsk passa fase due: quando arriva?

(Teleborsa) – Semaforo verde in fase clinica 2 per il candidato vaccino anti-Covid ricombinante adiuvato della francese Sanofi e della britannica GlaxoSmithKline, che ha dimostrato di produrre “una forte risposta immunitaria negli adulti di tutte le fasce d’età”. Lo annunciano le due aziende sottolineando che che uno studio di fase 3, l’ultima sperimentazione sull’uomo prima della potenziale autorizzazione del vaccino – che è basato su una proteina ricombinante – dovrebbe cominciare nelle prossime settimane.


Il nuovo studio valuterà due formulazioni diverse del vaccino, contro le varianti di Wuhan e quella sudafricana. Sanofi era incappata in uno stop alla sperimentazione a fine 2020, con un primo studio sull’uomo che aveva avuto come risultato una risposta immunitaria insufficiente. Via libera atteso “nel quarto trimestre 2021”.

Intanto, il governo russo ha fissato a 342 rubli e 36 copechi (3,8 euro) il costo di una dose di Sputnik Light. Lo riferisce Interfax. “Il FAS (Fondo federale antimonopolio) ha approvato 342,36 rubli come prezzo massimo di vendita dello Sputnik Light. La distribuzione del vaccino inizierà dopo la registrazione del prezzo di vendita”, ha detto il Fondo.

Sputnik Light è il quarto vaccino domestico approvato in Russia per contenere il coronavirus e nasce da una costola del fratello maggiore Sputnik V, ma è monodose.

(Foto: EPA/Biontech)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccino Sanofi-Gsk passa fase due: quando arriva?