Vaccini, Draghi e Macron: “Campagna riparta subito con via libera EMA ad Astrazeneca”

(Teleborsa) – Ripartire subito con Astrazeneca: è l’obiettivo dell’operazione anti-sfiducia concordata da Roma e Parigi. Il Premier Mario Draghi ha avuto una conversazione con il Presidente francese Emmanuel Macron per fare il punto sulla questione Astrazeneca, dopo la sospensione della somministrazione del vaccino in diversi paesi europei, fra cui anche l’Italia e la Francia, e in attesa della conclusione dell’analisi avviata dall’EMA nella giornata di domani, giovedì 18 marzo.

La sospensione – hanno convenuto – è solo “temporanea e cautelativa” in attesa che l’Agenzia europea per il farmaco valuti più approfonditamente la possibile correlazione fra i decessi e la somministrazione del vaccino, anche se le dichiarazioni preliminari in conferenza stampa sono incoraggianti e lasciano intendere che non vi sarà uno stop.

Draghi e Macron hanno poi convenuto che, in caso di esito positivo, occorrerà “ripartire speditamente” con la somministrazione del vaccino. Il Primo Ministro francese Jean Castex ha anche dichiarato in TV che si farà vaccinare con AstraZeneca non appena la sospensione sarà ritirata.

Frattanto, la sospensione di Astrazeneca dai centri vaccinali ha provocato una robusta frenata della campagna: sono stati vaccinate ieri 149mila persone, perlopiù con Pfizer e Moderna, circa 25mila in meno rispetto alla media della scorsa settimana e ben lontano dal target di 300mila dosi che si intendeva raggiungere.

Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo ha fatto un bilancio della situazione e stima che, con 4 giorni di stop alla campagna, nel caso si riparta subito con Astrazeneca a partire dal 18 marzo, si potrà riassorbire l’ammanco in un paio di settimane, grazie anche all’aumento delle dosi di Pfizer. La campagna però prenderà il volo solo con l’arrivo di Johnson & Johnson ad aprile.

Moderna ha annunciato l’avvio del trial del suo vaccino di bambini e neonati: sono stati arruolati 6.750 bambini tra i sei mesi e 11 anni, che saranno seguiti per un anno, mentre saranno resi noto entro l’estate i risultati della sperimentazione sui bambini fra 12 e 17 anni.

(Foto: EPA/Biontech)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccini, Draghi e Macron: “Campagna riparta subito con via liber...