Usa, Yellen: mancato aumento del debito federale può portare ad una crisi finanziaria

(Teleborsa) – La numero uno del Tesoro Usa, Janet Yellen, ha dichiarato davanti ad una sottocommissione del Senato americano che il mancato aumento del tetto del debito federale avrebbe “conseguenze catastrofiche” che potrebbero portare a una crisi finanziaria. Yellen ha quindi chiesto che l’attuale scadenza della sospensione dei limiti al debito pubblico del 31 luglio venga prorogata.

Interrogata dai senatori presenti, la Segretaria del Tesoro ha spiegato che nel caso non si riuscisse ad aumentare il tetto del debito o a sospenderlo per il periodo di tempo necessario affinché il governo possa continuare a prendere in prestito per adempiere ai suoi obblighi, ciò comporterebbe l’inadempienza del governo federale nei suoi obblighi, una cosa che non è mai avvenuta nella storia degli Stati Uniti. Un default definito dalla stessa Yellen “catastrofico“, che “farebbe scivolare in una crisi finanziaria, minacciando posti di lavoro e risparmi degli americani in un momento in cui l’economia si sta ancora riprendendo dalla pandemia”.

Quanto alla capacità di tenuta delle misure di emergenza messe in campo da Washington per far fronte alla crisi economica scatenata dalla pandemia da Covid, Janet Yellen ha dichiarato di non essere in grado di fornire una stima sui tempi, data la grande incertezza causata dalla pandemia sui flussi generati delle casse federali anche se alcuni gruppi esterni al governo hanno stimato che le misure di emergenze potrebbero esaurirsi già in autunno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Usa, Yellen: mancato aumento del debito federale può portare ad una c...