USA, Williams (Fed San Francisco) ottimista sulla crescita. La Cina non fa paura

(Teleborsa) – Il rallentamento della Cina non impatterà più di tanto sull’economia degli Stati Uniti.

Ne è convinto il Presidente della Federal Reserve di San Francisco, John Williams,che ha preannunciato per quest’anno una crescita del PIL USA del 2-2,25%, mentre il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere al 4,5% entro fine anno dall’attuale 5%.

Di conseguenza, la Fed dovrebbe essere in grado di proseguire la propria exit strategy, ossia l’allineamento dei tassi di interesse alle reali condizioni economiche, continuando ad alzare il costo del denaro in maniera costante e graduale.

L’unica incertezza, ha poi aggiunto, riguarda l’inflazione, anche se quella sottostante dovrebbe crescere dell’1,5%.

Quest’anno Williams non è membro votante dell’Federal Open Market Committee, ossia il Comitato di politica monetaria della Fed, ma lo è stato lo scorso anno, sostenendo il primo rialzo dei tassi di interesse dal 2006.

L’economia statunitense dovrebbe continuare a crescere in modo costante durante il 2016, cosa che porterà la Banca Centrale americana a proseguire la propria politica di rialzo dei tassi di interesse in maniera altrettanto costante.
E’ questo il parere del Presidente della Federal Reserve di San Francisco, John Williams,

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, Williams (Fed San Francisco) ottimista sulla crescita. La Cina no...