USA, Powell: economia solida, avanti con il rialzo dei tassi

(Teleborsa) – L’economia statunitense cresce, è solida e non rischia un’esplosione dell’inflazione come successo negli anni ’70. Pertanto la Federal Reserve proseguirà con il ritmo di aumento dei tassi annunciato la scorsa settimana.

Lo ha dichiarato il numero uno della Banca Centrale americana, Jerome Powell, in occasione del forum organizzato dalla Banca Centrale Europea a Sintra, in Portogallo.

“La crescita è significativamente al di sopra delle stime sul trend di lungo termine, anche se non è un trend forte come vorremmo, mentre il mercato del lavoro è particolarmente solido, con la disoccupazione ai minimi dall’aprile del 2000. L’inflazione si è mossa vicino all’obiettivo del 2%” ha spiegato il Chairman, aggiungendo che con la disoccupazione bassa e che dovrebbe calare ancora, un’inflazione vicina all’obiettivo della Fed e i rischi alle prospettive economiche bilanciati, “l’argomentazione per aumenti graduali dei tassi di interesse è solida“.

A chi avanza paragoni tra la situazione congiunturale odierna e quella degli anni ’70, quando l’economia eccessivamente solida portò allo scoppio dell’inflazione, il Chairman ha risposto che in mezzo secolo vi sono stati cambiamenti sia nella struttura economica che nel modus operandi della Banca Centrale, quindi al momento il paragone storico è inappropriato.

Inoltre, ha poi sottolineato, le recessioni più recenti sono state causate da squilibri finanziari, non dall’inflazione elevata.

USA, Powell: economia solida, avanti con il rialzo dei tassi