USA, Powell conferma: “l’aumento dei tassi sarà graduale”

(Teleborsa) – La Federal Reserve continuerà ad aumentare i tassi di interesse in modo graduale ma costante alla luce del miglioramento dell’economia statunitense.

Lo ha dichiarato il Presidente della Banca Centrale americana, Jerome Powell, parlando all’Economic Club di Chicago svoltosi venerdì 6 aprile.

Secondo il Chairman la crescita dell’economia USA procede con un “passo solido” e giustifica l’aumento dei tassi, che sarà “graduale”. Alzarli troppo lentamente “potrebbe rendere necessarie strette monetarie repentine più avanti nel tempo, cosa che rischierebbe di mettere a repentaglio l’espansione”. Allo stesso tempo, ha poi aggiunto, ritoccare all’insù il costo del denaro troppo rapidamente aumenterebbe i rischi che l’inflazione resti in modo persistente sotto l’obiettivo di crescita annua del 2%.

Il mese scorso, la Federal Reserve ha alzato i tassi per la prima volta nel 2018 all’1,5-1,75%, la sesta dal dicembre 2015. L’Istituto centrale prevede altre due strette nell’anno in corso e altre tre nel 2019.

Non è mancato un accenno al mercato del lavoro alla luce dei deludenti numeri diffusi sempre venerdì. Powell ha sottolineato che “è forte e ci aspettiamo che rimanga forte”.

Il numero uno della Fed ha poi parlato di dazi, spiegando che “possono fare salire i prezzi” ai danni del consumatore statunitense, ma quelli minacciati dal presidente Donald Trump su prodotti cinesi sono oggetto di discussioni ancora “alle fasi iniziali” e dunque è “troppo presto” per dire se e quali effetti potrebbero avere sull’outlook economico nazionale.

USA, Powell conferma: “l’aumento dei tassi sarà grad...