USA, più richieste del previsto di sussidi alla disoccpuazione

Crescono più delle attese le nuove domande di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti, accrescendo le preoccupazioni per la diffusione delle statistiche sul mercato del lavoro USA in calendario domani.
Notizie non troppo buone sono giunte sempre oggi anche dal numero di licenziamenti, aumentati nel mese di settembre. 

Nella settimana al 26 settembre i “claims” hanno mostrato un incremento di 10.000 unità a 277 mila, rispetto alle 267 mila della settimana precedente. L’incremento delle richieste di sussidio delude gli analisti che avevano stimato un livello di domande a 270 mila.

La media delle ultime quattro settimane – in base ai dati del Dipartimento del Lavoro americano – si è assestata a 270.750 unità, in calo di 1.000 unità rispetto alla settimana prima. La media a quattro settimane viene ritenuto un indicatore più accurato dello stato di salute del mercato del lavoro, in quanto appiana le forti oscillazioni osservate settimanalmente.

Infine, nella settimana al 19 settembre le richieste continuative dei sussidi sono scese di 53.000 unità a 2,191 milioni (livello più basso da novembre 2000). La media delle ultime quattro settimane si è attestata a 2.235.250 unità, in calo di 17.000 unità rispetto alla settimana prima.

USA, più richieste del previsto di sussidi alla disoccpuazione