Usa, pandemia e crescita “K”: miliardari sempre più ricchi e tanti nuovi poveri

(Teleborsa) – I miliardari statunitensi da quando è iniziata la pandemia hanno visto crescere la loro ricchezza di 1.100 miliardi di dollari. È quanto ha rilevato un rapporto pubblicato questa settimana dall’Institute for Policy Studies e Americans for Tax Fairness, che ha stimato una crescita pari al 40% rispetto a quella calcolata a marzo 2020.

Secondo il rapporto, infatti, 660 miliardari americani detengono ora una ricchezza pari a 4.100 miliardi di dollari, due terzi in più rispetto all’importo detenuto dal 50% più povero della popolazione Usa. Al club dei miliardari dal 18 marzo scorso, data in cui si considera iniziata la pandemia da Covid, si sono aggiunte 46 persone.

Elon Musk, il proprietario di Tesla, ha visto crescere la sua ricchezza di circa 155 miliardi di dollari, seguito da Jeff Bezos proprietario di Amazon con 68 miliardi in più e Mark Zuckerberg di Facebook con 37 miliardi. Nel frattempo, negli ultimi 6 mesi del 2020 più di 8 milioni di americani sono caduti in povertà secondo le stime dell’Università di Chicago e di Notre Dame.

Statistiche che evidenziano una ripresa dell’economia a forma di K: se da un lato, infatti, il mercato azionario è ai massimi storici, quello immobiliare è in forte espansione e le Big Tech sono sempre più fiorenti, dall’altro compagnie aeree, ristoranti, hotel e cinema continuano a vivere un periodo di profonda crisi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Usa, pandemia e crescita “K”: miliardari sempre più ricch...