Usa, muro con il Messico: Trump proclamerà “emergenza nazionale”

(Teleborsa) – Doppia mossa per il Presidente Trump. Il Tycoon, infatti, non ne vuole sapere di fare passi indietro sul muro al confine con il Messico e, per poter finanziare la barriera, proclamerà “l’emergenza nazionale”. Lo ha annunciato il senatore Mitch McConnell, leader della maggioranza repubblicana al Senato, precisando di averne parlato con il capo della Casa Bianca.

Camera firma legge anti shutdown – Subito dopo è arrivata la conferma della portavoce presidenziale, Sarah Sanders. Prima di dichiarare “l’emergenza nazionale”, Trump firmerà l’accordo bipartisan sul bilancio, senza fondi per il muro, che permetterà di evitare un nuovo blocco delle attività federali.

PELOSI SUL PIEDE DI GUERRA– Già promette battaglia la leader della maggioranza democratica alla Camera, Nancy Pelosi – vincitrice nell’ultimo braccio di ferro con Trump, quando il 25 gennaio scorso lo costrinse a riaprire il governo federale dopo 35 giorni di shutdown (un record) senza sborsare un solo dollaro dei 5,7 miliardi necessari per il muro – che interviene precisando ancora una volta che “la questione del confine non è un’emergenza”.

DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA PRONTO A BLOCCARE IL PIANO – Ma a complicare i piani del Presidente Usa, potrebbe pensarci anche il dipartimento di Giustizia Usa che ha avvertito la Casa Bianca sul fatto che i giudici quasi certamente bloccheranno l’emergenza nazionale qualora fosse dichiarata per finanziare la costruzione del Muro al confine con il Messico. Lo riporta la Abc.

Usa, muro con il Messico: Trump proclamerà “emergenza nazionale...