USA, Microsoft e Facebook sospendono donazioni politiche dopo assalto al Campidoglio

(Teleborsa) – Dopo le decisioni dei colossi finanziari JPMorgan Chase, Goldman Sachs e Citigroup arrivate nel weekend, oggi anche Microsoft e Facebook hanno deciso di sospendere le donazioni ai politici statunitensi attraverso i loro comitati di azione politica (PAC), a seguito dell’assalto al Campidoglio del 6 gennaio.

“Dopo la terribile violenza della scorsa settimana a Washington DC, stiamo sospendendo tutti i nostri contributi al PAC almeno per il trimestre in corso, mentre esaminiamo le nostre politiche“, ha detto Facebook in una nota. “Il comitato di azione politica di Microsoft ha deciso venerdì scorso che non effettuerà donazioni politiche fino a quando non avrà valutato le implicazioni degli eventi della scorsa settimana – ha affermato invece la società fondata da Bill Gates – Il PAC sospende regolarmente le sue donazioni nel primo trimestre di un nuovo Congresso, ma quest’anno farà ulteriori passi per considerare questi eventi recenti e consultarsi con i dipendenti“.

I dati della Commissione elettorale federale mostrano che il PAC di Microsoft ha contribuito alle campagne elettorali del senatore Josh Hawley del Missouri nel 2016 e del senatore Ted Cruz del Texas nel 2018. Entrambi si sono opposti alla certificazione dei voti del Collegio elettorale, che ha comunque sancito la vittoria di Joe Biden. Nonostante negli anni abbia donato denaro a candidati sia repubblicani che democratici, Facebook non sembra aver contribuito a nessun membro del Congresso si è opposto alla certificazione della vittoria di Biden.

(Foto: Kmccoy )

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, Microsoft e Facebook sospendono donazioni politiche dopo assalto ...