USA, l’ISM manifatturiero cala più delle attese

(Teleborsa) – L’attività manifatturiera americana rallenta il passo, confermando un tasso di espansione modestissimo.

Secondo l’ISM – Insitute for Supply Management, l’indice ISM dei direttori acquisto del settore manifatturiero si è attestato a 50,8 punti dai 51,8 di marzo e risulta inferiore ai 51,4 del consensus.

L’indicatore, che viene usato per valutare lo stato di salute del settore manifatturiero statunitense, resta però sopra la soglia chiave di 50, che fa da spartiacque tra espansione e contrazione dell’attività.

Fra le varie componenti dell’indice, quella sui nuovi ordini è scesa a 55,8 da 58,3, mentre quella sull’occupazione è salita a 49,2 da 48,1. La componente relativa ai prezzi è balzata a 59 da 51,5,5, superando ampiamente il 52 atteso e segnalando un recupero delle dinamiche inflaizonistiche.

USA, l’ISM manifatturiero cala più delle attese