Usa, licenziamenti Challenger da record a febbraio

(Teleborsa) – Aumentano i licenziamenti negli Stati Uniti. Secondo il rapporto Challenger, Gray & Christmas, le principali società statunitensi hanno rilevato a febbraio un taglio di quasi 76.835 mila posti di lavoro, in aumento del 44,9% rispetto a gennaio (53 mila unità).

Il dato risulta anche in aumento del 117,2% rispetto alle 35.369 unità registrate nello stesso periodo del 2018. Tale livello risulta il più alto registrato dal mese di luglio 2015 (quando furono 105.696 posti).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Usa, licenziamenti Challenger da record a febbraio