USA, la crescita economica resta ancorata al 2%

(Teleborsa) – L’economia americana si conferma in accelerazione nel 3° trimestre del 2015, ma meno di quanto previsto inizialmente, a causa di un enorme deficit e di un accumulo delle scorte inferiore alle aspettative.

Il PIL statunitense è stato rivisto al ribasso al +2% rispetto al +2,1% della seconda lettura. La lettura finale, diffusa oggi dal Dipartimento del Commercio americano, è tuttavia migliore rispetto alle attese del mercato che erano per una revisione al ribasso più decisa all’1,9%.

Nel secondo trimestre del 2015 l’economia era cresciuta del 3,9%.

Il deflatore del PIL ha segnato un +2,1% (+0,1% nella precedente stima) dal +0,1% del trimestre precedente.

Le spese personali reali (PCE), motore principale della crescita americana, hanno registrato un incremento dell’1,3% come la stima precedente, mentre l’indice PCE core esclusi cibo ed energia, che rappresenta una misura dell’inflazione, sale all’1,4% dall’1,3% del trimestre precedente.

USA, la crescita economica resta ancorata al 2%