USA, ISM più pessimista sul settore dei servizi

(Teleborsa) – L’ISM abbassa le stime sul settore dei servizi americano, anche se l’indicatore di salute delle aziende segnala ancora un’espansione dell’attività.

L’indice ISM dei servizi elaborato dall’Institute for Supply Management si è attestato, nel mese di marzo, a 56,1 punti dai 59,7 di febbraio. Il dato è anche inferiore alle attese del mercato che erano per per un valore fino a 58,1 punti.

Guardando alle singole componenti, quella sull’andamento degli affari è scesa a 57,4 punti dai 64,7 punti del mese precedente. Quella dell‘occupazione è salita, invece, a 55,9 punti da 55,2 punti, mentre la componente sui prezzi è aumentata da 54,4 a 58,7 punti. La componente relativa ai nuovi ordini è scesa a 59 da 65,2 punti.

USA, ISM più pessimista sul settore dei servizi