USA, inflazione mensile agosto rallenta a +0,3%, dato “core” +0,1%

(Teleborsa) – Rallenta – e risulta sotto le attese – l’inflazione su base mensile negli Stati Uniti ad agosto. Secondo il Bureau of Labour Statistics (BLS) americano, i prezzi al consumo hanno registrato un incremento dello 0,3% su base mensile, sotto il +0,4% del consensus e il +0,5% di luglio. Su base annua, la crescita dell’inflazione è stata del 5,3%, inferiore al +5,4% del mese precedente e uguale al +5,3% atteso dal mercato.

Il “core” rate, ossia l’indice dei prezzi al consumo depurato delle componenti più volatili quali cibo ed energia, più osservato dalla FED, ha registrato un aumento dello 0,1% su base mensile, inferiore al consensus (+0,3%) e al mese precedente (+0,3%). Si tratta dell’incremento più piccolo da febbraio 2021. Il dato tendenziale attesta un aumento del 4%, anche in questo caso al di sotto delle aspettative e del mese prima (rispettivamente +4,2% e +4,3%).

L’indice energetico è aumentato del 2% su base mensile, principalmente a causa di un aumento del 2,8% dell’indice della benzina. L’indice per il cibo è aumentato dello 0,4%, con gli indici per il cibo a casa e il cibo fuori casa entrambi in aumento dello 0,4%. L’indice energetico è aumentato del 25% negli ultimi 12 mesi e l’indice alimentare è aumentato del 3,7%; entrambi sono stati superiori agli aumenti per il periodo di 12 mesi conclusosi a luglio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, inflazione mensile agosto rallenta a +0,3%, dato “core&#822...