USA, Ford: tagli in vista entro fine anno

(Teleborsa) – Ford prevede di tagliare 1.400 posti di lavoro negli Stati Uniti entro la fine dell’anno come parte di un importante programma di ristrutturazione.

Stando ad una nota interna inviata ai dipendenti del Gruppo – visionata dall’agenzia AFP – il Presidente di Ford North America, Kumar Galhotra, ha spiegato che la società è ”all’interno di un processo pluriennale il cui obiettivo è rendere Ford più competente ed efficiente In tutto il mondo”. Al riguardo ha precisato che l’azienda ha “aggiornato le priorità per determinati prodotti e servizi e sta adattando la forza lavoro per allinearci meglio con i nuovi obiettivi”.

Questo piano di austerità, che mira a far risparmiare a Ford un totale di 11 miliardi di dollari (circa 9,32 miliardi di euro) include un programma di uscite volontarie per i dipendenti autorizzati a andare in pensione al 31 dicembre 2020.

Come altre grandi Case automobilistiche americane, Ford ha risentito delle conseguenze della pandemia di Covid-19, che ha causato un calo delle vendite nel secondo trimestre portando alla chiusura temporanea di diversi stabilimenti. All’inizio di agosto, Ford ha annunciato la sostituzione del Ceo Jim Hackett, in carica dal 2017. Prenderà il suo posto, in ottobre, l’attuale direttore delle operazioni Jim Farley.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, Ford: tagli in vista entro fine anno