USA, cosa aspettarsi oggi dai dati sul mercato del lavoro

(Teleborsa) – Con le nuove domande di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti ai minimi da 25 anni e gli occupati ADP che hanno evidenziato una creazione di posti di lavoro maggiore delle stime, non ci si aspettano brutte sorprese dalle statistiche sul mercato del lavoro USA in calendario oggi.

Si tratta di statistiche, soprattutto quella odierna, che serviranno per fare il punto sulla situazione economica degli Stati Uniti e dunque su quando la Fed potrà alzare il costo del denaro. Per ora gli investitori sembrano scommettere su un rialzo nella riunione di dicembre, specialmente dopo il discorso al Congresso USA di Janet Yellen, nel quale la Chairwoman della Federal Reserve ha confermato un quadro ottimistico per l’economia americana.

Tornando al dato odierno sul Job Report, gli economisti prevedono la creazione di 200mila nuovi posti di lavoro nel mese di novembre, con il tasso di disoccupazione invariato al 5%. Lo scorso anno, l’economia americana ha creato in media 260mila posti di lavoro, al mese, segnando il più forte incremento dal 1999. 

Alle parole della Yellen, hanno fatto eco le dichiarazioni del numero uno della Federal Reserve di Atlanta, Dennis Lockhart, mostratosi più che mai convinto della necessità di un rialzo del costo del denaro negli Stati Uniti. Se così dovesse avvenire, si potrebbe mettere finalmente la parola fine alla lunga crisi economica iniziata nel 2007, che ha portato i tassi vicini allo zero per sette anni. Un rialzo del costo del denaro, infatti, non avviene ormai da nove anni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, cosa aspettarsi oggi dai dati sul mercato del lavoro