USA, consumi al palo… ma si spera in tempi migliori

(Teleborsa) – Crescono a dicembre i redditi personali delle famiglie americane mentre i consumi restano invariati, a causa della flessione degli acquisti di automobili ma anche al clima eccezionalmente mite che ha ridotto la richiesta di materie prime. Si registra, tuttavia, un aumento del risparmio, ai massimi degli ultimi tre anni, notizia che lascia presupporre un incremento dei consumi nei prossimi mesi.

Secondo il Bureau of Economic Analysis (BEA) degli Stati Uniti, i redditi personali hanno registrato un incremento dello 0,3%, come a novembre, risultando in perfetta linea con le attese degli analisti. Nello stesso periodo, i redditi disponibili hanno riportato una crescita analoga dello 0,3% in decelerazione rispetto al +0,2% del mese precedente.

I consumi personali (PCE) sono rimasti invariati, dal +0,5% di novembre e rispetto al +0,1% stimato dal mercato.
Nel 2015 la spesa dei consumatori è aumentata del 3,4% dopo essere salita del 4,2% nel 2014.

Il PCE price index core, una misura dell’inflazione, segna una incremento dello 0,1% dal +0,4% di novembre.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, consumi al palo… ma si spera in tempi migliori