USA, Congresso approva pacchetto di aiuti economici da 892 miliardi

(Teleborsa) – Dopo l’accordo trovato ieri, il Congresso ha ufficialmente approvato il nuovo pacchetto di aiuti all’economia da 892 miliardi di dollari, mettendo fine ai negoziati tra Democratici e Repubblicani durati mesi. Il pacchetto è il secondo più grande stimolo economico nella storia degli Stati Uniti, dietro soltanto a quello da 2,3 trilioni di dollari approvato a marzo.

Entrambe le camere hanno lavorato fino a notte fonda per approvare il disegno di legge, che complessivamente vale 2,3 trilioni di dollari: il pacchetto di aiuti per contrastare la crisi da coronavirus è stato unito al disegno di legge di spesa da 1,4 trilioni di dollari per finanziare i programmi governativi fino a settembre 2021. La Camera dei Rappresentanti lo ha approvato per primo e poi il Senato con un voto bipartisan di 92-6. Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha detto che centinaia di dollari in pagamenti diretti potrebbero iniziare a raggiungere i singoli americani già dalla prossima settimana.

La presidente della Camera, la democratica Nancy Pelosi, ha affermato di sostenere la proposta di legge anche se non include gli aiuti diretti per i governi statali e locali che i Democratici avevano chiesto e ha detto che il suo partito proverà a ottenerli una volta che Joe Biden entrerà in carica. Il leader della maggioranza al Senato, il repubblicano Mitch McConnell, si è intestato la vittoria dei negoziati con i Democratici, essendo riuscito a strappare un accordo a una cifra molto inferiore rispetto al pacchetto da 3 trilioni proposto dai Democratici a luglio. “Pochi giorni fa, con un nuovo presidente eletto del proprio partito, tutto è cambiato – ha detto McConnell – I democratici improvvisamente si sono allineati alla nostra posizione: trovare terreno comune, fare un pacchetto su cui siamo d’accordo e immettere subito aiuti nell’economia”.

Il provvedimento darà 600 dollari in pagamenti diretti alle persone che guadagnano fino a 75 mila dollari e aumenterà i sussidi di disoccupazione di 300 dollari a settimana. Previsti più di 284 miliardi di dollari alle imprese e il rilancio del Paycheck Protection Program, un programma di prestito federale per le piccole imprese che è scaduto durante l’estate. Il programma sarebbe anche ampliato a beneficio delle organizzazioni non profit, i giornali locali e le emittenti radiofoniche e televisive e stanzierebbe 15 miliardi di dollari per luoghi di spettacolo, cinema indipendenti e altre istituzioni culturali.

Il testo finale include 69 miliardi di dollari per la distribuzione di un vaccino contro il coronavirus e oltre 22 miliardi di dollari per gli Stati per condurre test, tracciamento e programmi di mitigazione del coronavirus. Fornirà inoltre 13 miliardi di dollari in maggiore assistenza alimentare, 7 miliardi di dollari per l’accesso alla banda larga, 45 miliardi di dollari per le aziende dei trasporti e 25 miliardi di dollari in aiuti per gli affitti.

Previsti anche 82 miliardi di dollari di finanziamenti per l’istruzione, di cui circa 54 miliardi destinati alle scuole primarie e secondarie della nazione e 22,7 miliardi a college e università. I governatori potrebbero ricevere 4,1 miliardi di dollari con un altro provvedimento, 2,75 miliardi dei quali sarebbero riservati a sostenere le scuole private e parrocchiali, dopo che i Democratici hanno combattuto per garantire che i fondi non sarebbero stati utilizzati per le scuole private.

(Foto: Kmccoy )

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, Congresso approva pacchetto di aiuti economici da 892 miliardi