Usa, con inflazione gap salariale cresce: il Ceo guadagna 670 volte il compenso dei dipendenti

(Teleborsa) – Secondo un’analisi dell’Institute for Policy Studies negli Stati Uniti è in aumento il gap salariale fra gli amministratori delegati delle società Usa e i loro dipendenti: in media i primi guadagnano 670 volte in più dei secondi e in alcuni casi addirittura 1.000 volte di più. Nel 2020 il rapporto era di 604 a 1. Secondo l’istituto di ricerca americano nel 2021 i compensi dei Ceo sono aumentati di 2,5 milioni di dollari, attestandosi su una media di 10,6 milioni. I salari dei lavoratori hanno invece segnato un aumento di 3.556 dollari a 23.968 dollari l’anno.

I tre amministratori delegati più pagati nel campione di aziende esaminato sono Andy Jassy di Amazon, Fabrizio Freda di Estée Lauder e Jay Snowden di Penn National Gaming. Jassy l’anno scorso ha incassato un compenso di 212,7 milioni:? 6.747 volte i 32.855 dollari di un dipendente medio di Amazon. Freda ha visto crescere del 258% il suo compenso nel 2021 a 66 milioni, circa 1.965 volte un lavoratore di Estée Lauder. Snowden con 65,9 milioni ha guadagnato 1.942 volte in più un suo dipendente.

Delle 106 società esaminate dall’Institute for Policy Studies il 40% ha ricevuto fondi da contratti con il governo federale per un totale di 37,2 miliardi. Queste imprese hanno un rapporto di 571 a 1 per i compensi dei loro top manager e dei loro dipendenti.