USA, Camera approva bilancio. La parola a Trump

(Teleborsa) – Il Congresso USA evita in corner lo shutdown. La Camera dei deputati ha infatti approvato a larga maggioranza – 361 sì contro 61 voti contrari – il budget federale, salito a 855 miliardi di dollari per via dell’incremento di 17 miliardi delle spese per la Difesa.

Evitata dunque la paralisi dell’Amministrazione, considerando che il nuovo anno fiscale inizia il primo ottobre.

Ora il provvedimento, che ha già ottenuto il via libera del Senato, passa alla Casa Bianca per la firma del Presidente Donald Trump.
Fino a qualche giorno fa il suo placet era tutt’altro che scontato: The President aveva infatti inveito contro il Congresso poiché il budget non includeva le risorse per la costruzione del muro al confine con il Messico.

Tuttavia sembra che nelle ultime ore abbia deciso di avallarlo (“dobbiamo tenere aperto il Governo”, ha dichiarato ai giornalisti): i Repubblicani vogliono infatti evitare che un eventuale shutdown possa danneggiare i candidati GOP a sei settimane dalle elezioni di medio termine in occasione delle quali il partito dovrà difendere la maggioranza alla Camera e al Senato.

E’ dunque probabile che il capitolo “muro” venga ripreso dopo il 6 novembre.

Tornando alla Manovra, 675 miliardi di dollari copriranno i costi della Difesa fino al 30 settembre 2019. 180 miliardi saranno destinati a lavoro, salute, servizi umani e istruzione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, Camera approva bilancio. La parola a Trump