USA, attività in crescita per le imprese: ordini beni durevoli +2,2%

(Teleborsa) – Crescono oltre attese gli ordinativi di beni durevoli americani.

Nel mese di settembre, gli ordini si sono attestati a 238,7 miliardi di dollari, evidenziando un aumento del 2,2% rispetto al +2% del mese precedente. Si tratta di una accelerazione del dato, comunicato dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (Bureau of the Census), che risulta migliore anche delle attese degli analisti (+1%).

Il dato “core” è salito dello 0,7% oltre il previsto (+0,5%) stessa variazione del mese precedente (rivisto da +0,5%)

Se si esclude il settore dei trasporti il dato (core) ha segnato un +1,3% (+0,5% le attese), mentre escludendo il settore della difesa gli ordini hanno registrato una salita del 2% (+1% il dato previsto). 

I nuovi ordini di beni durevoli sono tra gli indicatori seguiti con maggiore attenzione dai mercati finanziari. La loro variazione percentuale permette di prevedere il livello di attività delle imprese che li ricevono per i mesi successivi a quello a cui il dato si riferisce. L’andamento degli ordini di beni durevoli può essere anche interpretato come indice di fiducia dei consumatori. Ordini in crescita, infati, vuol dire attività in crescita, dunque più lavoro e, se le imprese sono vicine al pieno impiego della capacità produttiva, nuovi investimenti. E, con ogni probabilità, più profitti.

USA, attività in crescita per le imprese: ordini beni durevoli +...