USA, arriva in extremis l’accordo sul budget. Evitato un nuovo shutdown

(Teleborsa) – Il Congresso statunitense trova la quadra per evitare un nuovo shutdown dopo quello dello scorso 20 gennaio.

Mitch McConnell, leader della maggioranza repubblicana al Senato statunitense ha annunciato che è stato raggiunto un accordo con i democratici sul budget per il 2018 e il 2019. L’accordo biennale, che aumenterà gli attuali massimali di spesa di circa 300 miliardi di dollari, comporterà un forte impulso per le spese militari, con aumenti leggermente inferiori per i programmi nazionali. Autorizza inoltre fondi per aiuti in caso di calamità, centri sanitari comunitari e programmi di assicurazione sanitaria per bambini.

“Questo disegno di legge è il risultato di di vaste negoziazioni tra i leader del Congresso e la Casa Bianca: nessuno afferma che sia perfetto, ma abbiamo lavorato duramente per trovare un terreno comune e rimanere concentrati sul servizio al popolo americano”, ha dichiarato McConnell, annunciando l’accordo.

Pur riconoscendo che entrambe le parti hanno dovuto fare concessioni “dolorose” per arrivare a un’intesa, il leader della minoranza del Senato Chuck Schumer l’ha definita una “vittoria per il popolo americano” e una “vera svolta”.

Nel dettaglio, c’è stato un aumento di 165 miliardi di dollari per spese militari, un aumento di 131 miliardi per la spesa su programmi interni e poi ancora finanziamenti per gli interventi di soccorso in caso di calamità in Texas, Florida e Porto Rico.
L’intesa prevede inoltre, due anni di finanziamento per i centri di salute della comunità, un altro prolungamento quadriennale del programma di assicurazione sanitaria per bambini, per un totale di un decennio e il finanziamento di programmi infrastrutturali esistenti relativi al trasporto, all’acqua potabile e alla banda larga. 

.

USA, arriva in extremis l’accordo sul budget. Evitato un nuovo&n...