USA, al via il meeting della Fed. Si scommette su un nuovo rialzo

(Teleborsa) – L’economia statunitense e, in generale, quella mondiale, sono pronte ad un nuovo rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti?
La domanda è d’obbligo nel giorno di inizio del meeting della Federal Reserve che culminerà mercoledì 14 giugno alle 20.00 (ora italiana), quando la Banca Centrale più potente del mondo alzerà il velo sulla propria decisione di politica monetaria.

Alla stessa ora la Fed pubblicherà le previsioni su PIL, inflazione e mercato del lavoro, ma anche le stime sulle tempistiche più appropriate per apportare cambiamenti alla politica monetaria.

Secondo gli analisti il Federal Open Market Committee, il braccio armato della Fed, dovrebbe alzare i tassi di interesse di 25 punti base nonostante il raffreddamento dei consumi e la bassa inflazione. Questi due fattori non dovrebbero spaventare il Board della Banca Centrale a stelle e strisce perchè, come spiegato a maggio, secondo i banchieri l’attuale dietrofront dell’economia è solo transitorio.

Per il momento si sa solo che quello di mercoledì potrebbe essere il terzo rialzo del costo del denaro in sei mesi, un timing che di solito l’Istituto adotta quando è necessario raffreddare un’economia “bollente” in termini di prezzi.

Come noto, la Fed ha due mandati: mantenere i prezzi attorno al 2% e garantire il massimo livello di impiego. L’inflazione è al momento al di sotto del target, mentre il mercato del lavoro, per quanto in salute, non è ancora in grado di garantire la piena occupazione.

Tanto basterebbe a far desistere dall’aumentare i fed funds. Gli analisti più cauti citano anche l’attuale situazione della Gran Bretagna, dove l’hung Parliament potrebbe rendere ancora più difficile la Brexit, con tutte le conseguenze per l’economia dell’Unione Europea.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA, al via il meeting della Fed. Si scommette su un nuovo rialzo