Urbano Cairo conquista il Corriere della Sera

(Teleborsa) – Il patron de “La 7” Urbano Cairo ha conquistato l’Rcs e quindi il Corriere della Sera. L’Opas ha infatti conquistato il 48,82% delle azioni della casa editrice di Milano, mentre la concorrente cordata Bonomi con l’Opa a 1 euro cash si è fernata al 37,7%.

Ha vinto così l’editore di Alessandria, un “piccolo” al confronto della Rizzoli, visto che con la sua Cairo Communication fattura un terzo meno del colosso. Urbano Cairo è così riuscito a impadronirsi della plancia del Corriere della Sera, scalzando nientedimeno che azionisti storici quali Mediobanca, Pirelli, e anche Della Valle e UnipolSai.

Non si sa ancora come si comporterà quella parte di azionisti Rcs che aveva consegnato i propri a Bonomi. Cinque giorni di Borsa, a partire da giovedì 21 luglio, è il tempo per manifestare le proprie decisioni. Poi la Consob dovrà stabilire se la cordata Bonomi potrà tenersi ugualmente le azioni rimaste dopo eventuali “migrazioni”. 

Cairo disporrà in ogni caso del 48,8% delle azioni. Quota che comunque gli consentirà di nominare il nuovo Consiglio di amministrazione della Rcs con se stesso nel ruolo di Amministratore delegato per ristrutturare e rilanciare la casa editrice, “dando il via a un nuovo corso”, come non si era mai stancato di ripetere sognando la conclusione positiva dell’operazione.

Nei fatti, è
Mediobanca a subire la sconfitta più pesante, soprattutto per la presenza dell’avversario storico IntesaSanPaolo nella cordata del vincitore.

Urbano Cairo conquista il Corriere della Sera