Unipol, CdA revoca distribuzione dividendo dopo raccomandazioni IVASS

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Unipol, tenendo in considerazione le raccomandazioni dell’IVASS sulla politica prudenziale in materia di distribuzione dei dividendi, ha deciso di “attenersi strettamente alle richieste” dell’organi di vigilanza , “sospendendo quindi la proposta di distribuzione del dividendo” all’ordine del giorno dell’Assemblea degli Azionisti convocata per il 30 aprile 2020.

“L’organo amministrativo, pur rilevando che continuano a sussistere – alla data odierna, così come al 19 marzo scorso – tutti i presupposti, ivi inclusi i coefficienti di solidità patrimoniale, per procedere alla distribuzione del dividendo per l’esercizio 2019 (pari a 0,28 euro per azione)” ha deciso quindi di proporre in alternativa ai soci l’assegnazione a riserva dell’utile d’esercizio 2019.

Ne consegue che il Solvency ratio consolidato al 31 dicembre 2019 aumenterebbe dal 182% (con un eccesso di capitale, rispetto al Solvency capital requirement, di 3,5 miliardi di euro) al 187% (con un eccesso di capitale di 3,7 miliardi di euro).

Il Consiglio di Amministrazione si è comunque riservato – non appena ricorreranno le condizioni, passata l’attuale situazione di emergenza in cui si trova l’intero Paese – di convocare un’Assemblea dei Soci per dare esecuzione alla distribuzione di riserve di utili entro l’esercizio 2020, al fine di consentire ai propri Azionisti di beneficiare della creazione di valore generata dal Gruppo Unipol.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unipol, CdA revoca distribuzione dividendo dopo raccomandazioni IVASS