Unipol Banca-BPER, Cimbri: “Parte della strategia di rifocalizzazione su assicurazioni”

(Teleborsa) – La cessione di Unipol Banca a BPER non è stata un’operazione finalizzata solo a “dismettere” il ramo bancario, ma rappresenta ma “migliore soluzione possibile” per il gruppo, che “già da tempo non considerava più la banca strategica” . Lo ha detto il numero uno di UnipolSai, Carlo Cimbri, nel corso della conference call per la presentazione dei risultati 2018.

Cimbri ha ricordato che questa transazione si inserisce nel ridisegno della strategia del gruppo, nel lontano 2010, che ha avviato un processo di rifocalizzazione sul business assicurativo, con l’integrazione di FondiariaSai e poi con la cessione del ramo bancario. A tale proposito, il numero uno di UnipolSai ha fatto sapere che il nuovo piano industriale verrà presentato ai primi di maggio.

Il manager ha poi aggiunto che UnipolSai, forte del suo ruolo di primo azionista di BPER con una quota del 15% (che potenzialmente potrebbe arrivare al 20%), supporterà la banca modenese nei suoi programmi e progetti nell’ambito del panorama bancario italiano. La transazione – ha precisato – non implica accordi o intenti di distribuzione ulteriori se non la distribuzione dei prodotti a marchio Arca, già in essere presso tutte le filiali BPER. Quanto a Unipol Banca, si ritiene che gradualmente sparirà con una riconversione delle filiali che diventeranno punti BPER Banca.

Escluso invece l’accorciamento della catena di controllo di Unipol, che secondo Cimbri è un “non tema” perché la holding Unipol non ha ruolo operativo ma solo finanziario (controlla UnipolSai e UnipolRec e partecipa BPER).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unipol Banca-BPER, Cimbri: “Parte della strategia di rifocalizza...