Unione bancaria, Merkel: “esitanti” su schema UE tutela depositi

(Teleborsa) – La Germania mantiene una posizione “leggermente esitante” sul completamento dell’Unione bancaria tramite uno schema comune di tutela dei depositi, “perchè – spiega la cancelliera Angela Merkel in una intervista al Financial Times – il nostro principio è che innanzitutto ognuno deve ridurre i rischi nel proprio Paese, prima che possiamo mutualizzarli”. Inoltre l’unione dei mercati dei capitali potrebbe richiedere una maggiore convergenza dei Paesi sulle normative fallimentari.

La Cancelleria tedesca che ha definito la Brexit un “campanello d’allarme”, invitando l’UE a essere più competitiva ha anche parlato di un altro argomento che tiene banco. “Bene rafforzare le regole sulla sicurezza e tutela dei dati sul 5G, anche per evitare di risultare dipendenti da un singolo player, ma secondo Merkel sarebbe “sbagliato escludere qualcuno a priori”, ha detto in riferimento al caso Huawei.

Più in generale – ha proseguito Merkel – “penso che i dati personali non appartengano a Stati o imprese, ma che vada assicurata la sovranità degli individui a decidere con chi condividerli e per quali scopi”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unione bancaria, Merkel: “esitanti” su schema UE tutela&nb...