Unioncamere: 432mila le imprese italiane green

(Teleborsa) – Oltre 432mila imprese italiane dell’industria e dei servizi con dipendenti hanno cambiato rotta e sono diventate più green, con investimenti già effettuati nel periodo 2015-2018 o investimenti futuri entro la fine del 2019 in prodotti e tecnologie ecologiche per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2.

È il dato che emerge dal rapporto GreenItaly, giunto alla decima edizione e presentato a Roma, presso la sede di Unioncamere, da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola e Giuseppe Tripoli, segretario generale Unioncamere, alla presenza di Andrea Di Stefano, responsabile Progetti Speciali Novamont, Giorgio Quagliuolo, presidente Conai, e ha coordinato i lavori Fabio Renzi, segretario generale della Fondazione Symbola.

Secondo il rapporto, oggi quasi un’azienda italiana su tre, il 31,2% dell’intera imprenditoria extra-agricola, ha dato una svolta green alla produzione, percentuale che cresce nel manifatturiero con 35,8% delle imprese in chiave ecologica.

In occasione dei dieci anni del Rapporto GreenItaly, lo studio ha sottolineato la corsa verso il green del sistema imprenditoriale italiano con uno studio su oltre 300 storie di economia circolare.

Il trend si conferma anche per quest’anno: negli ultimi mesi quasi 300mila aziende hanno investito, o intendono farlo entro dicembre, sulla sostenibilità e l’efficienza, dimostrando che la green economy è stata la migliore risposta alla crisi.

Il 2019 è poi l’anno record in eco investimenti, con una quota che raggiunge un valore pari a 21,5%, corrispondente a un valore assoluto di quasi 300mila imprese e di 7,2 punti superiore a quanto registrato nel 2011.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unioncamere: 432mila le imprese italiane green