UniCredit, Mustier: “La banca è concentrata su risultati sostenibili a lungo termine”

(Teleborsa) – Nell’ultima call con gli analisti dell’era Mustier, le cui dimissioni hanno efficacia da oggi, la comunità finanziaria ha riconosciuto al CEO uscente di lasciare la banca in “condizioni completamente diverse” da quelle in cui l’ha trovata, nelle parole di Alberto Cordara di Bank of America, e di poter guardare con ottimismo al futuro dell’istituto milanese. Jean Pierre Mustier ha sottolineano che la banca “è concentrata su risultati sostenibili a lungo termine e non soluzioni a breve termine”, dicendosi molto orgoglioso dei passi avanti fatti sulla digitalizzazione dell’istituto e delle misure prese a protezione di clienti e dipendenti con l’avvento della pandemia.

Mustier, commentando i risultati 2020 diffusi ieri, ha decritto come “una performance impressionante” l’utile netto sottostante di 1,3 miliardi di euro dell’anno scorso, superiore rispetto alla guidance di 0,8 miliardi di euro grazie a minori costi, pur avendo contabilizzato 5 miliardi di rettifiche su crediti per anticipare l’impatto economico attuale e futuro della pandemia.

La crescita del CET1 è stata “in linea con le altre grandi europee”, con le quali UniCredit aspira a confrontarsi, e “a livelli record”, ha sottolineato Mustier. Parlando del DNA della banca, che da aprile sarà guidata da Andrea Orcel, ha fatto riferimento a una particolare attenzione a rischi e costi. In particolare, il CET1 MDA buffer pro forma fully loaded a 605 pb, in rialzo di 67 pb trimetre su trimestre e ampiamente al di sopra del target di 200-250 pb, “permette di continuare a supportare i nostri clienti, le economie in cui operiamo e di distribuire ricchezza ai nostri azionisti, ha detto il CFO di UniCredit, Stefano Porro.

“L’aumento delle commissioni su base trimestrale, spinte dalle commissioni su investimenti e di finanziamento, è una performance incoraggiate visto il secondo lockdown”, ha sottolineato Porro, che si aspetta che continueranno ad aumentare e, in particolare dal secondo trimestre, torneranno positive anche quelle transazionali, grazie alla ripresa economica.

Guardando al 2021, il CFO si è detto fiducioso e ha sottolineato che, “qualunque siano le condizioni generali, UniCredit è pronta a sostenere i propri clienti” e che “ipotizzando un recupero progressivo dell’economia, ricavi e costi totali saranno in linea con le indicazioni precedenti e l’utile netto sottostante superiore a 3 miliardi”.

Mustier ha ringraziato il senior management di UniCredit per “la dedizione, il duro lavoro e i consigli preziosi” che gli hanno dato, oltre a tutti i lavoratori della banca. Il CEO uscente crede che “l’impressionante esperienza nella finanza internazionale” di Andrea Orcel permetterà a UniCredit di prosperare. Porro ha ringraziato Mustier sottolineando “la sua vision e la sua leadership”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UniCredit, Mustier: “La banca è concentrata su risultati sosten...