Unicredit, Ghizzoni smentisce la necessità di un aumento di capitale

(Teleborsa) – Per Unicredit non è previsto alcun aumento di capitale. Lo ha detto Federico Ghizzoni nella conference call per la presentazione dei risultati trimestrali.

Il banchiere ha poi precisato che non c’è “nessuna necessità” di un aumento di capitale a pagamento in senso stretto, ma l’obiettivo di crescere è nel piano, così come l’obiettivo di portare il CET1 ratio all’11,5%, il che non esclude altre azioni sul capitale. Poi, ha parlato anche dell’implementazione del piano industriale, affermando che “procede in linea”.

Ghizzoni ha quantificato l’impatto della partecipazione al Fondo Atlante, affermando che per ora ha assorbito 300 milioni di euro, con un impatto di 3 punti base sul capitale, ma l’impegno potrebbe arrivare sino ad 1 miliardo, con un impatto di 20 punti.

Quanto al tema delle sofferenze, il manager ha affermato che,  nel 2016, Unicredit potrebbe ridurre di oltre 2 miliardi di euro i propri NPL e non è esclusa un possibile ricorso al fondo Atlante.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unicredit, Ghizzoni smentisce la necessità di un aumento di capitale