Unicredit cede 250 milioni di sofferenze

(Teleborsa) – UniCredit ha ceduto due portafogli, Raphael e Ticino, relativi a esposizioni in sofferenza del segmento Piccole e Media Imprese (PMI). La vendita di questi portafogli, spiega la banca in una nota, “è parte dell’attuale impegno di UniCredit volto alla dismissione di crediti non-performing e allo sviluppo del mercato secondario italiano degli NPL, in particolare per quanto concerne il segmento imprese”.

Il primo portafoglio – Raphael – consiste di crediti con un valore lordo di libro pari a circa 100 milioni di Euro principalmente garantiti da ipoteca e verrà ceduto ad un veicolo di cartolarizzazioni finanziato da un fondo gestito da Cerberus Capital Management L.P.

Il secondo portafoglio – Ticino – consiste invece di esposizioni creditizie residuali derivanti da Contratti di Leasing risolti e presenta un valore lordo di libro pari a circa 150 milioni di Euro non garantiti e verrà ceduto a un veicolo di cartolarizzazione il cui principale investitore è un altro fondo statunitense.

 L’impatto verrà registrato nel bilancio UniCredit del quarto trimestre 2015.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unicredit cede 250 milioni di sofferenze