UniCredit, allo studio newco per riunire banche estere

(Teleborsa) – C’è grosso fermento in UniCredit, che proprio ieri (8 luglio 2019) ha detto definitivamente addio aFinecoBank. Secondo alcune indiscrezioni riportate da Il Sole 24 Ore, l’istituto di Gae Aulenti vorrebbe far emergere l’anima internazionale di UniCredit creando una newco, con sede in Germania, in cui raggruppare tutte le attività estere dell’istituto (Germania, Austria, Turchia ed Est Europa, per un totale di 13 realtà territoriali estere). Si ridurrebbe così il costo del funding e si alleggerirebbe anche il “rischio Italia, che si sta facendo sentire sulla valutazione di una banca che ha oltre la metà dell’attivo fuori dai confini italiani”.

Il controllo di tutto spetterebbe alla holding “madre” italiana.

Secondo il quotidiano di Confindustria, la banca guidata da Jean Pierre Mustier avrebbe aperto una gara per rivedere nel profondo l’architettura societaria, alla quale hanno aderito diversi advisor.

Poco mosso il titolo UniCredit a Piazza Affari: -0,53%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UniCredit, allo studio newco per riunire banche estere