Unicredit, perché l’ad Jean Pierre Mustier lascia (e la banca crolla in Borsa)

Comincia la ricerca di un nuovo ceo da parte del presidente designato Pier Carlo Padoan e del Cda dell'istituto di credito

L’amministratore delegato di Unicredit Jean Mustier lascerà a fine mandato l’istituto di credito. Il banchiere francese non rinnoverà la sua posizione in scadenza nell’aprile 2021. La decisione sarebbe arrivata in conseguenza dei conflitti dentro al Consiglio dopo l’arrivo dell’ex ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan come presidente designato. A pesare sulla scelta sarebbe stato il progetto di fusione con Monte dei Paschi di Siena (MPS).

Unicredit, l’ad Jean Mustier dà l’addio: l’annuncio

“UniCredit ha annunciato oggi che il suo attuale Ceo, Jean Pierre Mustier, ha informato il Consiglio di Amministrazione che si ritirerà dal suo ruolo alla fine del mandato in corso, che scade nell’aprile 2021 insieme a quello dell’intero Consiglio”, ha reso noto la banca in un comunicato stampa.

“Nel corso degli ultimi mesi è emerso che la strategia del Piano Team 23 e i suoi pilastri fondanti non sono più in linea con l’attuale visione del Cda. Di conseguenza ho preso la decisione di lasciare il Gruppo alla fine del mio mandato ad aprile 2021, in modo da consentire al Consiglio di definire la strategia futura” è stata invece la spiegazione di Mustier in una nota.

Toccherà adesso al presidente designato Pier Carlo Padoan e il Consiglio di Amministrazione di Unicredit trovare, all’interno o all’esterno del Gruppo, il nuovo Ceo “seguendo un processo di selezione accurato e rigoroso che riflette l’impegno del Gruppo per assicurare una solida governance aziendale”, come annuncia la stessa banca nel comunicato.

Arrivato al vertice dell’istituto di piazza Gae Aulenti a Milano nel luglio 2016, dopo aver ricoperto in precedenza il ruolo di Vicedirettore Generale e di responsabile della Corporate and Investment Banking, Mustier lascia dopo cinque anni come amministratore delegato di Unicredit, “un periodo di tempo – sostiene – ideale per svolgere il ruolo di ceo in una azienda”.

“Desidero ringraziare tutti i colleghi del Gruppo per il loro straordinario impegno negli ultimi anni. Insieme abbiamo realizzato con successo il piano Transform 2019 e, di conseguenza, siamo in una posizione forte per continuare a supportare i nostri clienti e le comunità in tutti i nostri Paesi restando un vero Gruppo pan-Europeo vincente“, ha aggiunto nella sua nota di addio.

Come specificato dall’istituto di credito, il banchiere resterà comunque in carica fino alla fine del suo mandato per garantire una transizione ordinata.

Unicredit, l’ad Jean Mustier dà l’addio: il titolo in Borsa

Nella giornata di oggi Unicredit ha ceduto circa il 9,5% a 7,85 euro in Borsa a Milano, dopo un momentaneo stop alle contrattazioni, in attesa di conoscere il successore di Mustier. Il titolo, che alla vigilia aveva perso quasi il 5%, aveva cominciato la seduta in difficoltà, senza riuscire a fare prezzo e poi perdendo circa il 7% alle prime contrattazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Unicredit, perché l’ad Jean Pierre Mustier lascia (e la banca c...