Undici milioni gli italiani “in gita” per il 1 maggio

(Teleborsa) – In tanti non hanno saputo rinunciare alla tradizionale gita del 1 maggio, soprattutto sfruttando l’occasione che quest’anno la ricorrenza della “Festa dei lavoratori” cade di lunedì. E così in 11 milioni, secondo quanto stima Coldiretti, sono gli italiani che hanno scelto di fare una gita fuori porta, accompagnata anche dal classico picnic al mare, in montagna, in campagna o comunque nel verde. La visita alle “città d’arte” non è in ogni caso, come sempre, affatto trascurata.

Ma la grande maggioranza ha scelto di restare in casa propria o di parenti e amici, soprattutto nelle diverse zone del Paese, soprattutto al Nord, dove il maltempo si è fatto di nuovo sentire. E, perché no, anche all’insegna del risparmio. L’8% degli italiani ha, invece, deciso di partecipare a manifestazioni, eventi e concerti previsti per l’occasione, e molti non hanno rinunciato all’idea di portarsi in spiaggia o in campagna cibo e vettovaglie per rispettare le diverse tradizioni regionali. Grigliate (carne e verdure), fave (per chi non soffre della fastidiosa e anche pericolosa allergia nota come “favismo”, n.d.r.), pecorino, pasta al forno, polli e frittate dai diversi ingredienti l’hanno fatta come sempre da padroni. E in Sardegna, immancabile il “porceddu”. Nel pieno rispetto tuttavia, in ogni regione, delle proprie super collaudate tradizioni culinarie.
 
Molti gli ospiti negli agriturismi per l’opportunità di trascorrere una giornata lontano dalle città senza rinunciare – sottolinea Coldiretti – alla comodità e alla protezione garantita dall’ospitalità delle aziende di campagna. Sono oltre un milione gli italiani e gli stranieri che hanno scelto di sedersi a tavola in agriturismo nel ponte della festa del lavoro. 

Una possibilità in più, invece, per i romani e i molti turisti che affollano la capitale, dove Campagna Amica ha organizzato un appuntamento speciale all’Auditorium Parco della Musica all’insegna del cibo genuino con il mercato dei produttori agricoli per imbandire i picnic di intere famiglie in festa con l’offerta gratuita di fave e pecorino. Una iniziativa all’insegna della solidarietà, con la possibilità di acquistare prodotti anche da agricoltori e allevatori delle zone del Centro Italia colpite dal terremoto rimasti senza mercato per lo spopolamento dei territori colpiti dal sisma.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Undici milioni gli italiani “in gita” per il 1 maggio