Un supersonico civile russo per Aeroflot

(Teleborsa) – Un’intervista di Vitalij Savelijev, direttore generale di Aeroflot, all’emittente televisiva “Rossija 24, apre un nuovo scenario nella sfida ai viaggi aerei veloci sulle rotte intercontinentali. La compagnia aerea russa, infatti, avrebbe preso in considerazione la possibilità di operare nei prossimi anni con il nuovo aereo civile supersonico in fase di prototipazione e derivato dal bombardiere strategico Tupolev-160. La stessa Aeroflot ha impiegato per trent’anni, dal 1968 al 1988, il Tupolev-144, che detiene tuttora il record mondiale di velocità per un supersonico civile a Mach 2,5 (contro il 2.23 raggiunto dal concorrente anglo-francese Concorde).

Il bombardiere strategico supersonico Tupolev Tu-160 (in codice NATO Blackjack), da cui dovrebbe derivare il nuovo supersonico civile russo, è un quadrimotore ad ala a geometria variabile, in servizio dal 1987.

La nuova versione militare, Tu-160M2, aggiornata ed evoluta, dovrebbe essere prodotta a partire dal 2023. E’ pensabile che l’industria aeronautica russa possa sviluppare in parallelo il supersonico civile di nuova generazione per la seconda metà del prossimo decennio, basandosi su materiali compositi e motori a basso consumo ed elevata efficienza per rendere il velivolo competitivo nel mercato del trasporto aereo passeggeri.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un supersonico civile russo per Aeroflot