UECOOP, 400mila posti di lavori in meno negli ultimi 10 anni

(Teleborsa) – Come evidenziato dai dati ISTAT, anche UECOOP lancia l’allarme per la frenata del mattone nel quarto trimestre del 2018. 400 mila posti di lavoro sono stati persi negli ultimi dieci anni, non sono stati ancora purtroppo compensata, visto che ad oggi ci sono poco più di 800 mila addetti contro gli oltre 1,2 milioni del 2018.

Per questo motivo quasi 4 mila realtà cooperative dell’edilizia a livello nazionale, sono state portate alla chiusura, e per UECOOP è strategico intervenire con misure che facciano ripartire in modo deciso il comparto delle costruzioni favorendo il recupero strutturale e ambientale degli edifici esistenti. Oltre questo, come si legge nella nota di UECOOP, bisognerebbe spingere verso la realizzazione di nuove abitazioni di qualità che conservino al meglio il valore di investimento che gli italiani affidano al mattone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UECOOP, 400mila posti di lavori in meno negli ultimi 10 anni