Ue, Moscovici dà il benvenuto al nuovo governo Lega-M5s: “Giudicheremo sui fatti”

(Teleborsa) – Pierre Moscovici, il commissario Ue agli Affari economici, prende tempo e aspetta di vedere alla prova dei fatti il nuovo governo Lega-M5S prima di esprimere qualsiasi giudizio di merito sulle proposte economiche contenute nel programma di coalizione gialloverde. “Non posso pronunciarmi né sulle idee né su un accordo di governo. Una cosa su cui cui pronunceremo saranno i fatti, i progetti di legge, le riforme, le manovre finanziarie e il bilancio dell’Italia”. Lo ha detto il commissario europeo agli affari economici, intervistato a In 1/2 ora in più su Rai Tre.

“Noi abbiamo un quadro comune, che è l’eurozona, e regole comuni – ha aggiunto – ma all’interno della comunità c’è totale libertà, il governo che si instaura farà le scelte che deve fare”.

PAROLA D’ORDINE DIALOGO“Ci sono delle regole comuni che non sono regole di sottomissione ma di dialogo e io dialogherò col governo italiano, col premier Conte, col ministro Tria”.

IL DESTINO DEGLI ITALIANI SI DECIDE A ROMA, NON A BRUXELLES“Rifiuto completamente qualsiasi idea che Bruxelles imporrà qualcosa a Roma. Le cose si decidono a Roma ed il destino degli italiani viene deciso a Roma”. “Non voglio dire altre cose se non benvenuto al governo italiano e che rispetto la democrazia italiana”, ha sottolineato. “Prenderemo delle decisioni insieme, cerchiamo di collaborare sui fatti non sulle intenzioni”.

MIGRANTI, SERVE RISPOSTA UMANA E SOLIDALE – Immancabile il passaggio, delicatissimo, sui fenomeni migratori “serve una risposta europea che sia umana, umanista e protettrice. La parola importante è la solidarietà. Costruiamo insieme risposte umane”.
Ci sono divergenze e sensibilità diverse– aggiunge- ma senza risposte comuni non ne usciamo su questo fenomeno. Non siamo allo scontro ma le risposte puramente nazionali non funzionano”.

Ue, Moscovici dà il benvenuto al nuovo governo Lega-M5s: “Giudi...