UE, “Gender Equality in Europe”: ENEL nella top 20 di Equileap

(Teleborsa) – Enel è stata inclusa nella top 20 del ranking “Gender Equality in Europe”, la prima classifica di Equileap tra le società europee che si sono distinte sui temi dell’uguaglianza di genere. La Società – fa sapere Enel in una nota – è l‘unica del Ftse Mib 40 tra le 255 aziende valutate nel ranking di Equileap. La classifica è parte dello studio Gender Equality in Europe, pubblicato da Equileap e dalla Commissione Europea per valutare la performance su temi di uguaglianza di genere delle principali società quotate sui principali indici di borsa in Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Repubblica Ceca, Romania, Spagna e Svezia.

“L’inclusione di Enel nel ranking Equileap evidenzia un posizionamento di vertice tra gli altri player europei, poiché privilegiamo l’uguaglianza di genere come motore del successo del modello di business sostenibile di Gruppo – ha affermato Francesca Di Carlo, Responsabile People and Organization del Gruppo Enel –. Il riconoscimento da parte di una delle più autorevoli organizzazioni sull’uguaglianza di genere al mondo rappresenta un vero e proprio traguardo per un Gruppo come il nostro, che lavora costantemente per garantire la diversità e l’inclusione al suo interno.” L’inclusione di Enel in questa classifica – spiega il Gruppo – “è il risultato delle sue azioni volte a promuovere la presenza delle donne nel Consiglio di Amministrazione, nelle posizioni dirigenziali e tra le nuove assunzioni, contribuendo alla parità di retribuzione e apportando benefici sociali e soluzioni di conciliazione tra lavoro e vita privata a tutti i suoi dipendenti”.

Nel dettaglio, la valutazione effettuata da Equileap si è basata su 19 criteri. Tra questi figurano l’equilibrio di genere all’interno della forza lavoro; il divario retributivo; il congedo parentale retribuito e le politiche sulle molestie sessuali.

Per Enel tale riconoscimento si ricollega all’adesione dell’azienda ai Women Empowerment Principles (WEPs), supportati dal Global Compact delle Nazioni Unite e da UN Women, ed è in linea con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) che Enel – si legge nella nota – “sostiene proattivamente”. Un approccio culminato con la pubblicazione della Policy sui Diritti Umani, cui è seguita una specifica policy volta a promuovere la diversità e l’inclusione sul posto di lavoro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UE, “Gender Equality in Europe”: ENEL nella top 20 di Equi...