UBS, l’utile 2020 è salito a 6,6 miliardi di dollari (+54%)

(Teleborsa) – UBS ha registrato un utile netto di 6,6 miliardi di dollari nel 2020, in aumento del 54% rispetto al 2019, e un rendimento del capitale CET1 pari al 17,6%. Il rapporto costi/ricavi della banca svizzera è stato del 73%, con un miglioramento di 7,4 punti percentuali su base annua, a fronte dell’aumento del 14% dei proventi e dell’incremento del 4% dei costi operativi totali.

Il forte miglioramento su base annua si spiega anche grazie ai risultati raggiunti nel quarto trimestre, dove l’utile ante imposte si è attestato a 2 miliardi (in aumento del 122% su base annua), il rapporto costi/ricavi è stato del 74,1%, l’utile netto attribuibile agli azionisti è stato di 1708 milioni di dollari (pari a un aumento del 137% su base annua), con un utile diluito per azione di 0.46 dollari. Il rendimento del capitale CET12 è stato del 17,5%.

“I robusti risultati che abbiamo conseguito nel 2020 dimostrano chiaramente la vera forza della nostra rete globale e l’impegno dei nostri collaboratori – ha commentato Ralph Hamers, CEO di UBS – Il 2020 è stato un anno impegnativo per i nostri clienti, per i nostri colleghi e per le nostre comunità in cui operiamo rendendo ancora più gratificanti i risultati ottenuti”.

Nel commentare i risultati, il CEO si è soffermato anche sulla sostenibilità: “Nel 2020 siamo diventati il primo grande istituto finanziario globale a raccomandare gli investimenti in asset sostenibili piuttosto che le soluzioni tradizionali ai clienti di Global Wealth Management e abbiamo applicato le strategie Climate Aware ad altre classi di attivi di Asset Management”.

UBS ha annunciato che tutti gli obiettivi finanziari del 2020 sono stati raggiunti o superati: il rendimento del capitale CET1 è stato del 17,6% (obiettivo: 12–15%) e il rendimento del patrimonio tangibile si è attestato al 12,9%, a fronte del rapporto costi/ricavi più basso dal 2006 (73,0% contro l’obiettivo del 75–78%). Ogni regione e divisione ha dato un contributo all’utile di oltre 1 miliardo di dollari.

Ora UBS intende proporre la distribuzione di un dividendo ordinario sul 2020 di 0,37 dollari per azione e vuole tornare a breve al buy-back per 1,1 miliardi di dollari di azioni nel corso dell’attuale trimestre. In totale la banca ha lanciato un piano di buy-back da 3,7 miliardi di dollari a tre anni. Nel primo trimestre 2020, prima delle restrizioni Covid, la banca aveva ricomprato titoli propri per 364 milioni di dollari e ha poi aumentato le riserve da 1,5 a 2 miliardi di dollari di capitale per ulteriori buy-back.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UBS, l’utile 2020 è salito a 6,6 miliardi di dollari (+54%)