UBI: Intesa Sanpaolo alza prezzo dell’offerta

(Teleborsa) – Intesa Sanpaolo rilancia. A dieci giorni dalla conclusione dell’Offerta Pubblica di Scambio su UBI Banca, fissata al 28 luglio, arriva il miglioramento delle condizioni dell’operazione, stabilite lo scorso febbraio.

Il CdA – si legge nel comunicato rilasciato da Intesa Sp – che si è riunito oggi venerdì 17 luglio ha infatti deciso di rilanciare e aumentare il corrispettivo unitario dell’Offerta per UBI riconoscendo per ciascuna azione di UBI Banca oltre a 1,7 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo un corrispettivo in denaro pari a 0,57 euro.

Sulla base del prezzo ufficiale delle azioni di Intesa Sanpaolo al 14 febbraio (pari a 2,502 euro), l’offerta ora esprime una valorizzazione pari a 4,824 per ciascuna azione di Ubi Banca e dunque incorpora un premio del 44,7% rispetto al prezzo dell’azione Ubi Banca.

In caso di adesione integrale all’Offerta, si legge ancora , “il corrispettivo in denaro ricevuto dagli azionisti di UBI Banca è quantificabile in circa 80 milioni di euro per le Fondazioni a sostegno delle erogazioni alle comunità locali, e a circa 310 milioni di euro per le famiglie e gli imprenditori del territorio”.

“Mettiamo in campo un sostegno significativo per le comunità che intendiamo includere nella nuova realtà bancaria, in modo da poter rafforzare complessivamente l’intera operazione”. Queste le parole dell’Amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, in una dichiarazione dopo il rilancio dell’Ops su Ubi Banca. “Alla base della nostra decisione, la convinzione di come un legame piu’ forte con tutti gli azionisti di Ubi renderà più solida e coesa la nuova realtà – aggiunge – permettendole così di affrontare meglio i nuovi scenari”.

(Foto: © Roman Babakin/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

UBI: Intesa Sanpaolo alza prezzo dell’offerta