UBI brilla dopo i conti. Massiah: “migliora nettamente la qualità del credito”

(Teleborsa) – Brilla il gruppo bancario italiano, che passa di mano con un aumento del 2,51%.

Driver principale del rialzo sono i risultati del terzo trimestre che hanno evidenziato un miglioramento in linea con i target del piano industriale. Il periodo si chiude in utile per 32 milioni di euro mentre nei primi nove mesi UBI riduce il rosso a 754 milioni, perdita alimentata dagli oneri di implementazione del Piano industriale.

“Abbiamo un buon ritorno all’utile nel terzo trimestre”, ha commentato Victor Massiah, Ad di Ubi Banca. “In particolare migliora nettamente la qualità del credito, sia perché abbiamo un portafoglio complessivo molto meno rischioso e che genera dei passaggi da bonis a crediti problematici che sono un terzo di quelli che erano nei momenti di picco della crisi”. 

Nuove evidenze tecniche classificano un peggioramento della situazione per UBI, con potenziali discese fino all’area di supporto più immediata vista a quota 2,321 Euro. Improvvisi rafforzamenti scardinerebbero invece lo scenario suesposto con un innesco rialzista e target sulla resistenza più immediata individuata a 2,425. Le attese per la sessione successiva sono per una continuazione del ribasso fino all’importante supporto posizionato a quota 2,277.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

UBI brilla dopo i conti. Massiah: “migliora nettamente la qualit...