UBI Banca, utile 1° trimestre superiore alle attese

(Teleborsa) – UBI Banca chiude il 1° trimestre con un risultato positivo, che fa emergere un utile netto escluse voci non ricorrenti di 124,9 milioni di euro, in aumento rispetto ai 121 milioni del primo trimestre 2018. L’utile netto contabile invece si attesta a 82,2 milioni di euro e sconta per la gran parte i costi legati all’accordo sindacale siglato a marzo 2019 (42,6 milioni netti). Un risultato che appare comuniqiue superiore alle attese,

Il risultato della gestione operativa si è attestato a 315,9 milioni, in crescita rispetto ai 249,7 milioni registrati nel 4° trimestre 2018 ed ai 302,3 del 1° trimestre 2018, grazie al contenimento degli oneri operativi (604,8 milioni) ed al buon andamento dei proventi operativi, che si portano a 920,6 milioni, al di sopra del consensus ed in crescita del 6,3% sequenziale (stabili sul periodo di raffronto del 2018). Il trimestre è stato caratterizzato dalla crescita del margine d’interesse, che si è attestato a 445,6 milioni (+1% sul 4° trimestre 2018 e +1,8% sul 1° trimestre 2018), mentre le commissioni nette si sono portate a 400,9 milioni (390,6 nel 4° trimestre 2018 e 407,3 nel 1° trimestre 2018).

A livello patrimoniale, i crediti netti verso la clientela, al 31 marzo 2019, si attestano complessivamente a 87,1 miliardi, rispetto agli 89 di fine 2018, e si evidenzia una costante contrazione dei crediti deteriorati netti a scesi nel trimestre di 215,2 milioni, passando a 5,76 miliardi dai 5,98 del 31 dicembre 2018 (erano 7,38 miliardi al 31 marzo 2018). I crediti deteriorati lordi scendono ulteriormente a 9.458 milioni, segnando una riduzione di 258,4 milioni rispetto al 31 dicembre 2018 (-2,7%).

Guardando ai ratio patrimoniali, il CET1 Ratio si attesta all’11,47% fully loaded rispetto all’11,34% di fine 2018 ed il Total Capital Ratio ammonta al 14,39% fully loaded (era il 13,44% al 31 dicembre 2018) e al 14,43% phased in (era il 13,80% a fine 2018).

UBI Banca, utile 1° trimestre superiore alle attese